• Proximity Wireless Technologies Made in Italy...

Codice etico

  • 1. Premessa
    Il Codice Etico racchiude e definisce i principi etici ed i modelli di condotta ai quali l’Azienda si ispira e che caratterizzano lo svolgimento della propria attività, allo scopo di preservarne il valore e l’integrità nel tempo. Il Codice Etico è uno strumento di deontologia aziendale che mira a garantire la gestione equa ed efficace delle transazioni e delle relazioni umane, e che sostiene la reputazione dell'impresa allo scopo di creare e mantenere rapporti di fiducia sia verso i collaboratori che all'esterno.
    Il Codice Etico costituisce un elemento del Modello di organizzazione, gestione e controllo ai sensi del D.Lgs. 231/01, adottato in accordo con le Linee guida di Confindustria sui Modelli di organizzazione, gestione e controllo ex D.Lgs. 231/2001. Il Decreto Legislativo 8 giugno 2001, n. 231, prevede che la Società possa essere ritenuta responsabile per i reati commessi nel suo interesse o vantaggio. Il Decreto stabilisce all’art. 6 che la Società non risponde del reato commesso qualora dimostri (tra l’altro) di aver adottato ed efficacemente attuato Modelli di organizzazione, gestione e controllo idonei a prevenire i reati della specie di quello verificatosi e di aver affidato ad un Organismo dell’Ente il compito di vigilare sul funzionamento e sull’osservanza di tali modelli.
    Le norme del Codice Etico costituiscono parte essenziale delle obbligazioni contrattuali del personale ai sensi e per gli effetti degli articoli 21041 e 21052 del codice civile. L’art. 21041 recita: “Diligenza del prestatore di lavoro – Il prestatore di lavoro deve usare la diligenza richiesta dalla natura della prestazione dovuta, dall’interesse dell’impresa e da quello superiore della produzione nazionale. Deve inoltre osservare le disposizioni per l’esecuzione e per la disciplina del lavoro impartite dall’imprenditore e dai collaboratori di questo dai quali gerarchicamente dipende”.
    L’articolo 21052 c.c. invece prevede l’obbligo di fedeltà da parte del lavoratore: “Il prestatore di lavoro non deve trattare affari, per conto proprio o di terzi, in concorrenza con l'imprenditore, né divulgare notizie attinenti all'organizzazione e ai metodi di produzione dell'impresa, o farne uso in modo da poter recare ad essa pregiudizio”. Qualsiasi comportamento posto in essere dai collaboratori che intrattengono rapporti con la Società in contrasto con le regole previste nel seguente Codice Etico, lede il rapporto di fiducia instaurato con l’azienda e può determinare, come previsto da specifiche clausole contrattuali, azioni disciplinari e di risarcimento del danno, fermo restando, per i lavoratori dipendenti, il rispetto delle procedure previste dall’art. 7 della L. 300/1970 (Statuto dei Lavoratori), dai contratti collettivi di lavoro e dal Sistema disciplinare adottato dalla Società.
    2. Principi generali
    a. Obiettivi, Visione, valori e missione
    La Società contribuisce con il proprio operato allo sviluppo dell’economia locale e nazionale avendo quali presupposti imprescindibili per il raggiungimento dei propri obiettivi la legalità, LA correttezza e la trasparenza dell’agire, nei confronti di tutti gli stakeholders (operatori, dirigenti, partners, fornitori, soci e Pubblica Amministrazione). SENSOR ID è un’azienda fondata da un team di giovani ingegneri molisani provenienti dall’Università di Pisa. L’azienda focalizza le proprie attività nella progettazione e produzione di apparati basati su tecnologia RFID Made in Italy.
    L’esperienza maturata all’interno del laboratorio CUBIT Wireless Innovation Lab, presso il Polo Tecnologico di Navacchio, ha permesso a SENSOR ID di sviluppare un elevato know-how nell’ambito delle tecnologie a radio frequenza, quali RFID, Bluetooth e ZigBee, e nell’ambito della progettazione di apparati elettronici. Proprio grazie alle elevate competenze specialistiche sviluppate, Sensor ID è in grado di realizzare prodotti nell’ambito delle tecnologie a radiofrequenza di prossimità sviluppando l’intero processo produttivo, che va dalla progettazione del prototipo della scheda elettronica fino ad arrivare al prodotto finale tutto Made in Italy. Sensor Srl dispone al suo interno di una linea di montaggio SMD, che permette la realizzazione industriale dei prodotti sviluppati, al proprio interno, o quella di prototipi sviluppati dai clienti. L’azienda propone prodotti modulari e facilmente customizzabili a seconda delle specifiche richieste del cliente, come anche la realizzazione di prodotti ad-hoc utilizzati in particolari scenari.
    Sensor Srl si propone come partner ideale di aziende che operano nei settori della bigliettazione elettronica, bancario e dei micro pagamenti, dell’Infomobility, della raccolta e smaltimento dei rifiuti, della logistica, del controllo accessi e, in generale, dell’automazione industriale. Per realizzare la propria Mission, Sensor Srl segue una serie di principi etici imprescindibili:
    - la responsabilità ed il rispetto delle leggi
    - la serietà;
    - l’affidabilità;
    - la professionalità;
    - l’integrità;
    - l’onestà;
    - la correttezza;
    - il rispetto e l’imparzialità;
    - la trasparenza;
    - la concorrenza leale;
    - la tutela della privacy;
    - lo spirito di servizio;
    - il valore delle risorse umane;
    - la tutela della personalità individuale;
    - la tutela dell’ambiente e la promozione dello sviluppo sostenibile.
    Questi principi sono a fondamento dell’impegno della Società per una condotta etica senza compromessi, orientata a mantenere una reputazione solida e riconosciuta. Tutte le azioni o le relazioni tra persone e verso il mondo esterno hanno degli effetti sulla Società, ed è per questo che il Codice Etico, insieme con le Norme di Conformità, vuole essere un punto di riferimento per le attività di ogni giorno, mirando ad uniformare i comportamenti aziendali a standard etici particolarmente elevati ed improntati alla massima correttezza e trasparenza. A tal fine, è impegno della Società garantire un’adeguata formazione del personale, incentrata sulla condivisione della propria cultura d’impegno, correttezza e rispetto delle regole.
    I dipendenti e i collaboratori, che con il loro atteggiamento contribuiscono a determinare l’immagine di Sensor Srl, sono tenuti ad adottare un comportamento rigoroso ed ispirato a principi che questo codice racchiude. Ciò vuol dire che tutti i dipendenti e i collaboratori di Sensor Srl si devono adoperare per garantire e mantenere in ogni momento i più elevati standard di efficienza e qualità.
    Infatti l’integrità professionale, l’onestà e il rispetto degli impegni presi, sono comportamenti che generano fiducia verso la Società. La violazione di questi valori, eventuali azioni non corrette o contro la Legge, possono causare danni rilevanti, di immagine, di reputazione e di credibilità.
    b. Rispetto di norme e regolamenti
    Sensor Srl si impegna affinché tutti i propri dipendenti, dirigenti, amministratori, collaboratori, fornitori e clienti, nonché il personale e i funzionari di altre imprese con le quali dovessero essere svolte attività in comune o tra loro coordinate, anche temporaneamente, rispettino costantemente le leggi e i regolamenti vigenti in Italia e nei paesi in cui la Società dovesse eventualmente operare, nonché le regole organizzative e procedimentali adottate dalla stessa, in particolare di quelle espressamente previste nel modello di organizzazione, gestione e controllo per la prevenzione della commissione dei reati.
    I rapporti che la Società intrattiene con qualsiasi interlocutore, sia esso pubblico o privato, sono condotti in conformità alla legge e nel rispetto dei principi di trasparenza, correttezza e verificabilità.
    La Società assicura un programma di formazione e sensibilizzazione continuo sulle normative e sulle tematiche attinenti al Codice Etico. In ipotesi di dubbio o necessità di approfondimenti i dipendenti e i collaboratori della Società sono invitati a rivolgersi ai propri superiori diretti.
    c. Competizione La Società crede nella libera e leale concorrenza e informa le proprie azioni e i propri comportamenti all’ottenimento di risultati che premino la capacità, l’esperienza e l’efficienza. Pertanto ogni azione che possa alterare le condizioni di corretta competizione è contraria alla politica della Società ed è vietata ad ogni soggetto che per essa agisce.
    A tal fine Sensor Srl promuove pratiche commerciali eque, impegnandosi a:
    - conformarsi a leggi e regolamenti riguardanti la tipologia degli oggetti prodotti ed il settore di pertinenza nonché la normativa sulla concorrenza vigente nell’Unione Europea e in Italia;
    - non partecipare ad azioni concertate mirate a limitare il commercio o la concorrenza in uno specifico settore di attività, evitando anche di consultarsi in maniera impropria con gli atri concorrenti sulle offerte commerciali;
    - non rifiutare transazioni con una specifica parte o una nuova parte congiuntamente con terzi operanti nello stesso settore di attività o tramite associazioni commerciali.
    d. Riservatezza
    La Società garantisce la riservatezza dei dati e delle informazioni di cui viene in possesso e che per accordi negoziali non possono essere trasmesse all’esterno e la cui divulgazione potrebbe cagionare danni agli interessi aziendali. La Società, pertanto, fa divieto ai propri dipendenti, membri degli organi sociali e collaboratori di utilizzare informazioni riservate per scopi non connessi all’esercizio della propria attività professionale.
    La Società ha quindi elaborato delle linee guida sulla sicurezza delle informazioni e la protezione dei dati, qui brevemente descritte:
    - l’utilizzo dei dati personali da parte della Società è disciplinato dalla Direttiva sulla Tutela dei Dati dell’Unione Europea e dalla normativa italiana, in particolare il Codice in materia di protezione dei dati personali (d.lgs. 196/2003);
    - i dati personali possono essere raccolti previo consenso dei soggetti interessati, che devono essere informati degli scopi per cui verranno usate queste informazioni;
    - deve essere mantenuta la massima riservatezza sui dati sensibili raccolti. La loro divulgazione è necessariamente subordinata al consenso informato delle parti interessate. Inoltre non è possibile esportare le informazioni sui dipendenti o altri dati personali.
    e. Ambiente
    Sensor Srl tiene la massima considerazione per gli aspetti di carattere ambientale nello svolgimento dell’attività lavorativa, garantendo che il lavoro venga svolto in modo compatibile con i principi di sostenibilità ambientale. Pertanto la Società, consapevole dell’impatto della propria attività sulla qualità della vita del territorio, si impegna al rigoroso rispetto di tutta la legislazione e normativa ambientale applicabile nel proprio settore. Allo stesso tempo si impegna a promuovere lo sviluppo sostenibile, utilizzare le risorse e l’energia in maniera efficiente, ridurre e riciclare i rifiuti.
    3. Rapporti con il personale
    Le disposizioni, i principi e gli obblighi contenuti in questo paragrafo sono estesi a tutti i Soggetti destinatari del presente Codice, ivi compresi il personale, gli agenti e i funzionari di altre imprese con le quali dovessero essere svolte attività in comune o tra loro coordinate, anche temporaneamente.
    - La Società s’impegna a garantire il rispetto delle condizioni necessarie per l’esistenza di un ambiente di lavoro collaborativo e a prevenire comportamenti discriminatori di qualsiasi tipo.
    - Ogni dipendente e collaboratore deve agire lealmente e secondo buona fede, rispettando gli obblighi contrattualmente previsti ed assicurando il corretto svolgimento delle prestazioni richieste.
    - La selezione del personale è subordinata alla verifica della piena rispondenza dei candidati ai profili professionali richiesti dall’impresa, nel rispetto delle pari opportunità per i soggetti interessati, in modo che ciascuno possa godere di un trattamento equo basato su criteri di merito. La Società adotta evita di porre in essere favoritismi, nepotismi o forme di clientelismo nelle fasi di selezione e assunzione.
    - Nell’espletamento dei propri compiti il personale deve attenersi al rispetto della legge ed improntare la propria condotta e i propri comportamenti a quanto esposto nel presente Codice.
    - Il personale non può chiedere, per sé o per altri, regali o altre utilità, né accettare quest’ultime, salvo quelle d’uso di modico valore o conformi alle normali pratiche commerciali e di cortesia, da chiunque abbia tratto o che comunque possa trarre benefici dall’attività della Società.
    - Il personale non può altresì offrire regali o altre utilità a tutti quei soggetti da cui possa acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi attività collegabile alla Società.
    - Ciascun dipendente deve astenersi dall’assumere comportamenti e adottare decisioni che possano favorire direttamente o indirettamente i propri interessi.
    a. Utilizzo di sistemi informatici o telematici
    L’utilizzo degli strumenti e dei servizi informatici o telematici della Società deve avvenire nel pieno rispetto delle vigenti normative in materia (e particolarmente in materia di illeciti informatici, sicurezza informatica, privacy e diritto d'autore) e delle procedure e regolamenti interni esistenti e di quelli che eventualmente saranno successivamente approvati ed emanati. In ogni caso è vietato a chiunque accedere senza autorizzazione ed in violazione della legge, a sistemi informatici o telematici altrui, nonché violare i relativi limiti di accesso. Salvo quanto previsto dalle leggi civili e penali, rientra nell’uso improprio dei beni e delle risorse aziendali l’utilizzo dei collegamenti alla rete per fini diversi da quelli inerenti al rapporto di lavoro o per inviare messaggi offensivi o che possano arrecare danno all’immagine dell’impresa. Ogni dipendente è altresì tenuto a prestare il necessario impegno al fine di prevenire la possibile commissione di reati mediante l’uso di strumenti informatici.
    b. Sicurezza e igiene dei luoghi di lavoro
    La Società è ben consapevole dei rischi legati alla sicurezza sul posto di lavoro, pertanto, anche nel rispetto delle Norme di Conformità, si impegna a far rispettare gli standard in materia di sicurezza e igiene dei luoghi di lavoro, garantendo al personale e ai propri collaboratori condizioni di lavoro adeguate. Il Personale deve rispettare le prescrizioni di cui al D.Lgs. 81/2008. Ciascun dipendente ha l’obbligo di informare senza indugio l’RSPP circa eventuali anomalie e irregolarità riscontrate in materia di sicurezza ed igiene sul lavoro.
    4. Rapporti con fornitori
    Nei rapporti con i fornitori, Sensor Srl si ispira ai principi di legalità, lealtà ed efficienza e instaura con essi rapporti di elevata professionalità e reciproca collaborazione. A tal fine la Società assicura di:
    a. Osservare le leggi e i regolamenti in vigore in materia;
    b. Selezionare fornitori e valutare le loro offerte in base a criteri qualitativi e di economicità delle prestazioni e dei prodotti, , del rispetto dell’ambiente e dell’impegno sociale profuso, secondo le regole dettate da appositi regolamenti e procedure;
    c. Condurre le transazioni commerciali secondo trasparenza e correttezza, garantendo:
    - Il rispetto scrupoloso dei requisiti minimi fissati e richiesti per la selezione dei soggetti offerenti beni e/o servizi che la società intende acquisire;
    - che siano fissati i criteri di valutazione delle offerte;
    - che, con riferimento all’attendibilità commerciale/professionale di fornitori e partner, siano richieste ed ottenute tutte le informazioni necessarie.
    d. Sollecitare la collaborazione dei fornitori nell’assicurare costantemente il soddisfacimento delle esigenze della Società in termini di qualità e tempi di consegna, nel rispetto delle regole liberamente concordate;
    e. Mantenere un dialogo franco e aperto con i fornitori, in linea con le buone consuetudini commerciali;
    f. Non divulgare informazioni che, per decisione della Società o in base ad accordi con il fornitore, debbano mantenersi riservate.
    5. Rapporti con i clienti
    La Società impronta la propria attività al pieno soddisfacimento del cliente, assicurando la propria correttezza e chiarezza, nonché il fedele e diligente adempimento contrattuale.
    Nella conduzione di qualsiasi trattativa e relazione commerciale la Società:
    a. evita situazioni nelle quali i soggetti coinvolti siano o possano apparire in conflitto di interesse;
    b. non intrattiene rapporti con soggetti privi dei necessari requisiti di serietà e di affidabilità commerciale;
    c. non intrattiene rapporti finanziari e commerciali con soggetti che, anche in modo indiretto, ostacolano lo sviluppo umano e contribuiscono a violare i diritti fondamentali della persona.
    In particolare, Sensor Srl si impegna affinché:
    - siano richieste ed ottenute tutte le informazioni necessarie ai fini della valutazione dell’attendibilità commerciale/professionale dei clienti;
    - sia fatto divieto, nello svolgimento degli adempimenti contrattuali, consegnare all’acquirente, una cosa mobile per un’altra, ovvero una cosa mobile, per origine, provenienza, qualità o quantità, diversa da quella dichiarata o pattuita.
    In riferimento anche alle Norme di Conformità, è altresì fatto divieto di offrire forme di intrattenimento, regali o qualsiasi tipo di vantaggio economico a clienti o loro direttori, funzionari, dipendenti, o altre persone correlate, considerato eccessivo rispetto alle norme sociali e aziendali comunemente accettate.
    6. Rapporti con la Pubblica Amministrazione
    a. Integrità ed indipendenza nei rapporti
    Tutti i rapporti intercorrenti con soggetti qualificabili come Pubblici Ufficiali o Incaricati di Pubblico Servizio devono essere condotti nel pieno rispetto delle leggi e delle norme vigenti del presente Codice Etico e delle Norme di Conformità, al fine di assicurare la legittimità, chiarezza, trasparenza e integrità dell’operato della Società nei rapporti con la Pubblica Amministrazione. Detti rapporti avvengono quindi esclusivamente per il tramite di referenti dotati di mandato di autorizzazione da parte della Società e che non versano in situazioni di conflitto di interessi rispetto ai rappresentanti delle istituzioni stesse. In particolare i rapporti con i dipendenti pubblici devono essere conformi ai principi e alle previsioni dettati dal D.P.C.M. 28 novembre 2000 (Codice di comportamento dei dipendenti delle pubbliche amministrazioni).
    b. Benefici e regali
    La Società condanna qualsiasi comportamento, da chiunque posto in essere, consistente nel promettere od offrire direttamente od indirettamente regali, omaggi o qualsiasi tipo di beneficio a Pubblici Ufficiali e/o Incaricati di Pubblico Servizio italiani o esteri, o loro parenti, da cui possa conseguirne un indebito o illecito interesse e/o vantaggio per la Società.
    Sensor Srl, infatti, non ammette alcuna forma di regalo che possa anche solo apparire come eccedente le normali pratiche commerciali o di cortesia, o comunque mirata ad acquisire trattamenti di favore nella conduzione di qualsiasi attività. Sono vietate offerte di beni o di altre utilità ai rappresentanti, funzionari o dipendenti delle pubbliche amministrazioni (anche per interposta persona), salvo che si tratti di doni di modico valore e conformi agli usi e tali che non possano essere intesi come finalizzati alla ricerca di indebiti favori e che non compromettano l’integrità, l’indipendenza e la reputazione di una delle parti. In ogni caso questo tipo di spesa deve essere adeguatamente autorizzato e documentato.
    Nei confronti di rappresentanti o dipendenti delle pubbliche amministrazioni sono vietate la ricerca e l’instaurazione di relazioni personali di favore, influenza, ingerenza idonee a condizionare, direttamente o indirettamente, l’esito del rapporto. E’ inoltre vietato corrispondere qualsivoglia importo ad agenti o consulenti se è noto, o dovrebbe essere noto, che parte di tale importo potrebbe essere usato in modo improprio per ottenere benefici da pubblici ufficiali o persone con cariche simili.
    c. Trattative d’affari
    Nell’ambito di una qualsiasi trattativa d’affari, una richiesta o un rapporto con la Pubblica Amministrazione italiana e/o straniera, non devono essere tenuti per nessuna ragione comportamenti volti ad influenzare illegittimamente le decisioni dei Pubblici Ufficiali o Incaricati di Pubblico Servizio, né tantomeno al fine di far conseguire alla Società un indebito o illecito profitto o vantaggio. A titolo esemplificativo, ma non esaustivo, nel corso di una trattativa d’affari, richiesta o rapporto commerciale con Pubblici Ufficiali e/o Incaricati di Pubblico Servizio, italiani o esteri, non possono essere intraprese - direttamente o indirettamente - le seguenti azioni:
    - Prendere in considerazione o proporre - in qualsiasi modo - opportunità di impiego e/o commerciali che possano avvantaggiare i Pubblici Ufficiali e/o gli Incaricati di Pubblico Servizio o loro parenti e affini.
    - Offrire omaggi, se non di modesta entità e nel rispetto dell’iter autorizzativo aziendale. È opportuno accentrare in un unico servizio centrale (es.: ufficio acquisti) l’acquisto di omaggi e comunque garantire la loro rintracciabilità attraverso opportuna documentazione (es.: documento di trasporto).
    - Sollecitare o ottenere informazioni riservate che possano compromettere l’integrità o la reputazione di entrambe le parti.
    - Compiere qualsiasi altro atto volto a indurre i Pubblici Ufficiali, italiani e stranieri, a fare o ad omettere di fare qualcosa in violazione delle leggi dell’ordinamento cui appartengono.
    - Abusare della propria posizione o dei propri poteri per indurre o costringere qualcuno a promettere indebitamente a sé o ad altri denaro o altra utilità.
    d. Finanziamenti, contributi e sovvenzioni
    È proibito destinare a finalità diverse da quelle per cui sono stati eventualmente concessi, contributi, sovvenzioni o finanziamenti ottenuti dallo Stato o da altro Ente Pubblico o dalle Comunità Europee.
    La Società condanna i comportamenti volti a ottenere, da parte dello Stato, della Comunità Europea o di altro Ente Pubblico nazionale ed estero, qualsiasi tipo di contributo, finanziamento, mutuo agevolato o altra erogazione dello stesso tipo, per mezzo di dichiarazioni e/o documenti allo scopo alterati o falsificati, o per il tramite di informazioni omesse o, più genericamente, per il tramite di artifici o raggiri, compresi quelli realizzati per mezzo di un sistema informatico o telematico, volti ad indurre in errore l’ente erogatore.
    I soggetti delegati di funzioni o compiti dovranno riporre una maggiore attenzione per tutte le informazioni di carattere confidenziale di cui dovessero venire a conoscenza nonché nella scrupolosa protocollazione e rendicontazione di ogni documento o elaborato da essi eseguito e/o trasmesso alla Pubblica Amministrazione ed agli enti pubblici in generale.
    e. Partecipazione a procedimenti giudiziari
    In caso di partecipazione a procedimenti giudiziari, Sensor Srl si impegna a procedere nel procedimento giudiziario in modo corretto, nel rispetto della legge, delle norme contenute nel presente Codice Etico e delle procedure interne, anche al fine di evitare possibili lesioni dell’immagine aziendale. Pertanto, in caso di indagini, ispezioni o richieste della Pubblica Autorità, gli Organi di Vertice, i dirigenti ed il personale sono tenuti ad assicurare la dovuta collaborazione.
    In particolare, nel corso di procedimenti giudiziari in cui la Società sia parte, ai dipendenti, membri degli organi sociali e collaboratori è fatto divieto di:
    - Promettere/dare ad un Pubblico Ufficiale (es. magistrato, cancelliere o altro funzionario), per lui o per un terzo, una retribuzione non dovuta in denaro od altra utilità in cambio di un atto del suo ufficio al fine di ottenere un vantaggio per la Società nel procedimento giudiziario.
    - Promettere/dare ad un Pubblico Ufficiale (es. magistrato, cancelliere o altro funzionario), per lui o per un terzo, una somma di denaro od un’altra utilità al fine di fargli omettere/ritardare un atto del suo ufficio o per fargli compiere un atto contrario ai doveri d’ufficio al fine di ottenere un vantaggio per la Società nel procedimento giudiziario.
    - Indurre, con artifici o raggiri, lo Stato/altro ente pubblico in errore al fine di ottenere un vantaggio per la Società nel procedimento giudiziario;
    - Alterare (in qualsiasi modo) il funzionamento di un sistema informatico/telematico o intervenire (senza diritto ed in qualsiasi modo) su dati/informazioni/programmi contenuti in un sistema informatico/telematico o ad esso pertinenti al fine di ottenere un vantaggio per la Società nel procedimento giudiziario.
    - Indurre a non rendere dichiarazioni o a rendere dichiarazioni mendaci, con violenza o minaccia o con offerta o promessa di denaro o di altra utilità, da parte del soggetto chiamato a rendere davanti all’Autorità giudiziaria dichiarazioni utilizzabili in un procedimento penale.
    7. Chiarezza e verità in ogni operazione e transazione
    Ogni comportamento, operazione e/o transazione, intesa nel senso più ampio del termine, decisa o attuata dalla Società deve essere condotta in conformità alla legge e nel rispetto dei principi di trasparenza, coerenza e congruità, nonché debitamente autorizzata, documentata, registrata e in ogni tempo verificabile.
    I collaboratori sono tenuti al rispetto delle procedure operative aziendali e dei protocolli previsti a presidio della formazione ed attuazione delle decisioni aziendali. I protocolli e le procedure che regolano le operazioni devono consentire la possibilità di effettuare controlli sulle caratteristiche della transazione, sulle motivazioni che ne hanno consentito l’esecuzione, sulle autorizzazioni allo svolgimento e sull’esecuzione dell’operazione medesima.
    Ogni soggetto che effettui operazioni e/o transazioni aventi ad oggetto somme di denaro, beni o altre utilità economicamente valutabili, appartenenti alla Società, deve agire su specifica autorizzazione e fornire, su richiesta, ogni valida evidenza per la sua verifica in ogni tempo.
    In ragione dell’articolazione delle attività e della complessità organizzativa, la Società adotta un sistema di deleghe, poteri e funzioni, prevedendo in termini specifici l’attribuzione degli incarichi a persone dotate di idonee capacità e competenze. Ciascun collaboratore è responsabile della veridicità, autenticità ed originalità della documentazione e delle informazioni rese nello svolgimento dell’attività di propria competenza.
    8. Predisposizione di documenti contabili e societari
    Nel pieno rispetto delle norme vigenti, Sensor Srl ha come valore fondamentale il rispetto dei principi di veridicità e correttezza in relazione a qualunque documento in cui vengono indicati valori economici, patrimoniali e finanziari relativi alla Società stessa. A tal fine, con riferimento anche alle “Norme di Conformità” di Sensor Srl:
    a) La Società condanna qualsiasi comportamento volto ad alterare la correttezza e la veridicità dei dati e delle informazioni contenute nei bilanci, nelle relazioni o nelle altre comunicazioni sociali previste per legge e dirette ai soci e al pubblico;
    b) Tutti i soggetti chiamati alla formazione dei suddetti atti sono tenuti a verificare, con la dovuta diligenza, la correttezza dei dati e delle informazioni che saranno poi recepite per la redazione degli atti sopra indicati, al fine di evitare che i suddetti dati non vengano registrati in modo improprio o tale da indurre in errore coloro a cui sono destinati;
    c) Sono state adottate procedure amministrativo – contabili idonee ad assicurare un agevole ed immediato controllo in ordine al rispetto dei “Principi contabili”, alla corretta archiviazione dei documenti contabili e al rispetto, da parte dei soggetti delegati a peculiari funzioni, del contenuto di cui alle proprie medesime deleghe e/o procure;
    d) Gli organi deputati alla redazione del bilancio e alle comunicazioni sociali devono ispirare il proprio operato ai principi di correttezza e buona fede, ovvero agendo con l’ordinaria diligenza del buon padre di famiglia. Essi provvederanno alla tempestiva registrazione delle entrate e delle uscite e all’accurata registrazione dei debiti e dei crediti. È ovviamente fatto assoluto divieto di creare attività e passività extra-contabili. Dovranno altresì evitare situazioni di conflitto d’interesse, anche solo potenziale, nell’ambito dello svolgimento delle funzioni ad essi delegate;
    e) La Società esige che l’Organo Amministrativo, i dirigenti, i collaboratori ed i dipendenti, tengano una condotta corretta e trasparente nello svolgimento della loro funzione, soprattutto in relazione a qualsiasi richiesta avanzata da parte dei Soci;
    f) È vietato impedire o comunque ostacolare lo svolgimento delle attività di controllo legalmente attribuite ai Soci;
    g) È vietato porre in essere qualsiasi comportamento volto a cagionare una lesione all’integrità del patrimonio sociale. È inoltre fatto divieto di utilizzare a vantaggio personale, o comunque a fini impropri, risorse, beni o materiali di Sensor Srl;
    h) È vietato compiere qualsiasi atto, simulato o fraudolento, diretto a influenzare la volontà dei componenti l’Assemblea dei soci per ottenere la irregolare formazione di una maggioranza e/o una deliberazione differente;
    i) Tutte le fasi inerenti l’Assemblea, quali la convocazione e il deposito di ogni documento reputato idoneo all’assunzione della delibera da parte dei soci, devono essere scrupolosamente controllate;
    j) Ogni soggetto che sia a conoscenza di detti impedimenti, anche se riferiti a terzi estranei, è tenuto a darne avviso agli organi competenti, investiti dei necessari poteri per svolgere indagini conoscitive a riguardo;
    k) È vietato diffondere notizie false sia all’interno che all’esterno della Società, concernenti la Società stessa, i suoi dipendenti, i collaboratori ed i terzi che per essa operano;
    l) Il Consiglio di Amministrazione, i dirigenti, i collaboratori ed i dipendenti sono tenuti a mantenere riservate le informazioni e i documenti acquisiti nello svolgimento delle loro funzioni e a non utilizzarle a proprio vantaggio;
    m) I deputati alla trasmissione di documenti ed informazioni, in occasioni di verifiche e ispezioni da parte delle Autorità pubbliche competenti, devono informare il loro comportamento a buona fede e correttezza, essendo tenuti a svolgere il loro incarico con la diligenza del mandatario. Devono inoltre mantenere un atteggiamento di massima disponibilità e collaborazione nei confronti degli organi ispettivi e di controllo;
    n) È vietato ostacolare in qualunque modo le funzioni delle Autorità pubbliche di vigilanza che entrino in contatto con la Società per via delle loro funzioni istituzionali.